Luoghi da non perdere assolutamente

IL VIALE DEI BAOBABS

A pochi km da Morondava si può ammirare lo spettacolare e suggestivo Viale dei Baobab (Allée des baobabs, Avenue des baobab o Rue des baobabs).

Lungo i 20 Km di strada di terra rossa della Route Nationale 8 si possono vedere più di 200 giganteschi Baobab alti 30 metri che disegnano un paesaggio naturale di rara bellezza ed unico nel suo genere. Il tramonto è sicuramente il momento più affascinante per passeggiare accanto a questi alberi così maestosi e misteriosi.

Da-non-perdere-Namatour-viaggi-solidali-in-Madagascar-1

ISALO PARC

Il Parco dell’Isalo, è uno dei parchi nazionali più affascinanti del Madagascar. La maggior parte del parco è formata da massicci di pietra arenaria di formazione giurassica scavati da millenni di erosioni. Luoghi di selvaggia bellezza e panorami straordinari esaltano centinaia di diverse specie di piante endemiche e di lemuri catta, fulvi e sifaka. A rendere ancor più suggestivo il parco si aggiunge la presenza di numerosi siti funebri della tribù dei Bara. Da vedere assolutamente la “Finestra dell’Isalo” al tramonto.

TSINGY DI BEMARAHA

La Riserva Naturale dello Tsingy è stata inserita nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 1990.

Formazioni modellate da depositi di calcare, fossili e conchiglie sepolti sotto il mare da 200 milioni di anni e poi plasmati da acqua piovana vento, negli ultimi 5 milioni, gli Tsingy offrono uno dei paesaggi più spettacolari della Grande Isola del Madagascar.

Gli Tsingy ci appaiono come una fortezza impenetrabile, un dedalo di tunnel dove ci si può perdere molto facilmente, un labirinto di pareti vertiginose, una foresta pietrificata inframmezzata da voragini e grotte, che sono come un eccitante terreno di gioco soprattutto per gli speleologi.

AMBATOMILO

Partendo da Tulear, dopo 125 km di ardua pista sabbiosa si raggiunge Ambatomilo, un piccolo ed affascinante villaggio di pescatori. Dune di sabbia bianca che si fondono con un mare color turchese fanno di queste spiagge le più belle del Madagascar. All’interno della costa la foresta spinosa e i baobab fanno da dimora alla sconosciuta e misteriosa tribù dei Mikea.

ANDASIBE

Il Parco di Andasibe è uno dei parchi più facili da raggiungere dalla capitale.

La sua superficie di oltre 150 km2 comprende la riserva speciale d’Indri d’Analamazaotra ed il Parco Nazionale di Mantadia. Durante le escursioni alla riserva d’Analamazaotra i visitatori hanno l’occasione di imbattersi in più di cento specie di orchidee dai colori accessi e brillanti che sbocciano tra settembre e gennaio. La flora è comunque un po’ diversa da quella che caratterizza i parchi delle zone di savana: ninfee, liane, felci, bambù. Ma qui l’attrazione è soprattutto la possibilità di avvistare la specie di lemure più grande, l’Indri, oltre ad altre 11 specie di lemuri tra cui anche l’Aye Aye.

ENTRA NELLA COMMUNITY

Unisciti ai nostri viaggiatori e vieni a scoprire l’altro Madagascar!

Riceverai subito il link per scaricare GRATUITAMENTE il libro “LA FINE DELLA TERRA” di Massimo Lazzari.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi